Primi, Ricette light

Risotto menta e gamberi

Risotto menta e gamberi

Il caldo non aiuta certo a cucinare, primi piatti caldi non ci invogliano per nulla nelle giornate più afose. Eppure non possiamo servire pietanze fredde in tutte le occasioni! Ecco come è nata l’idea di preparare un risotto fresco, dai sapori estivi, che può essere servito caldo, tiepido o freddo.

Il riso utilizzato per l’occasione è il Fior di Riso Baldo dell’Azienda Agricola La Gallinella, operativa nel Pavese, che ho avuto modo di conoscere all’evento Cibus tenutosi a Parma qualche tempo fa. Ottima tenuta in fase di cottura, chicco sodo e sgranato come piace a me!

Per gli amanti delle erbe aromatiche consiglio anche la ricetta del risotto con salvia, rosmarino, timo e tanto altro che trovate se cliccate QUI!


Risotto menta e gamberi

 
INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 3 bicchieri di riso Baldo (per le misure uso i bicchieri della Nutella!)
  • 1 cipolla dorata
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota grossa
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 200 g gamberetti (surgelati)
  • 10 foglie di menta fresca (più qualche ciuffetto decorativo
  • 1/2 limone
  • sale e olio evo

 
PROCEDIMENTO

L’inizio è quello del classico soffritto per risotto! Lavate, mondate e sminuzzate cipolla, sedano e carota, cercando di mantenere i pezzettini simili tra loro per dimensioni. Mettete la verdura nel tegame che userete per il risotto, aggiungete un filo di olio e accendete il fornello a fiamma bassa. Lasciate soffriggere la verdura a tegame coperto (se la fiamma è bassa non si attaccherà). Il soffritto sarà pronto quando la cipolla sarà semitrasparente e le verdure ammorbidite.

Aggiungete il riso, mescolate facendolo leggermente tostare nel soffritto, sfumate con il vino bianco e coprite per qualche minuto. Mescolate nuovamente quindi versate i gamberetti, 4 bicchieri di acqua, salate un pizzico, mescolate e coprite. Lasciate cuocere il tempo necessario per permettere al riso di assorbire il liquido, serviranno circa 10 minuti. Meglio lasciare il tegame coperto per non disperdere importanti sapori e profumi!

Controllate di tanto in tanto che l’acqua non sia del tutto evaporata. Verso la fine della cottura versate l’ultimo bicchiere di acqua, il succo di mezzo limone (se desiderate un sapore più marcato anche la scorza grattugiata) e le foglioline di menta spezzettate con le mani direttamente sul tegame. Mescolate e coprite per qualche minuto.

A fine cottura regolate di sale, spegnete il fornello e irrorate con un filo di olio evo versato a crudo. Aspettate il tempo necessario con tegame scoperto per far raggiungere la temperatura desiderata al vostro risotto, quindi impiattate e decorate con qualche ciuffetto di menta fresca ed eventualmente con qualche pomodorino tagliato in quattro parti o a rondelle.

Un bel vinello fresco e buon appetito!

 

Vi dico la mia…

Il risotto si prepara  tradizionalmente con riso e brodo. Io uso i tegami AMC e ottimizzo spesso i tempi sostituendo il brodo con acqua salata, soprattutto se si tratta di ricette fredde. Come misura considerate sempre il doppio del liquido rispetto al riso, ricordandovi del bicchiere di vino (fondamentale). Esempio: 3 bicchieri di riso = 5 bicchieri di acqua + 1 bicchiere di vino. Il tutto da aggiungere poco per volta.

SalvaSalva