Antipasti, Aperitivi e snack, Conserve

Salsa al peperoncino Yellow Fatalii

salsa yellow fatalii

Continuiamo con la serie delle ricette hot, decisamente…fatalii!!

Il peperoncino Yellow Fatalii (già il nome dice tutto!) rientra nella famiglia degli Habanero, appartenente alla specie Capsicum chinense. Il frutto può assumere varie colorazioni, tra cui la tipica giallo canarino e la piccantezza può variare tra i 200.000 – 400.000 SHU.

Ho pensato che fare una salsa con l’aggiunta di pomodoro avrebbe snaturato il colore tipico del Fatalii, perciò curiosando un po’ on line ho trovato e rielaborato una ricetta ad hoc, che ho provato (e apprezzato) con gamberetti saltati in padella. 


salsa yellow fatalii

 

INGREDIENTI (per circa 5 vasetti da 125 ml)

  • 10 Yellow Fatalii freschi
  • 2 mele verdi
  • 1 lime
  • 1 pezzetto (circa 5 cm) di zenzero fresco
  • 125 ml aceto di mele
  • 100 g mandorle pelate
  • 1 bicchierino rum (il Fatalii proviene dai Caraibi, no?! :D)
  • 1 cucchiaino abbondante di curcuma
  • 1/2 bicchiere d’acqua
  • 1 pizzico di sale

 
PROCEDIMENTO

Per prima cosa frullate le mandorle fino a quando non emetteranno l’olio e la consistenza sarà cremosa, quindi mettete in una ciotolina.

Lavate le mele, sbucciatele e tagliatele a pezzi. Idem con i peperoncini (mi raccomando i guanti!): lavateli, tagliateli a metà cavando semi e filamenti, tagliate a pezzettini. Mettete il tutto in un tegame assieme alla scorza del lime e lo zenzero, entrambi grattugiati, coprite con un coperchio e cuocete a fuoco lento fino a quando le mele si saranno ammorbidite.

Spegnete il fuoco e frullate il contenuto del tegame assieme all’acqua, all’aceto e al succo del lime (filtrato). Io uso comodamente il frullatore a immersione (alias minipimer). Aggiungete la crema di mandorle, un pizzico di sale, spolverate con la curcuma e irrorate con il rum. Riaccendete il fuoco, sempre basso e lasciate cuocere finché la salsa sarà divenuta piuttosto densa, mescolando di tanto in tanto per verificarne la consistenza ed evitare che si attacchi.

Appena la salsa sarà pronta, versatela subito in vasetti a chiusura ermetica. Capovolgete i vasetti (ben chiusi!) per cinque minuti e riportateli poi a testa in sù. Se sentite il classico toc si sarà creato il sottovuoto e sono pronti per la dispensa, altrimenti fate bollire i vasetti pieni.

 

Vi dico la mia…

Vi consiglio di accompagnare questa salsa, dal sapore molto piccante e agrodolce, con gamberetti saltati in padella con un po’ di sale e olio, oppure semplicemente con formaggio stagionato o carne bollita!